Da 150 anni cristiani credibili

quadroDa 150 anni fucina di laici cristiani preparati e protagonisti: nell’appartenenza alla chiesa e nell’annuncio del Vangelo nelle realtà del mondo. Così il vescovo Lino Fumagalli ha sintetizzato l’avventura dell’Azione Cattolica, nata nel 1868 per iniziativa di un giovane viterbese, Mario Fani. A questa memoria si rivolge “Bisogna agire!”, la mostra storica organizzata dall’AC diocesana e inaugurata sabato 7 aprile presso la Chiesa dei Santi Giacomo e Martino in via Saffi. Continua a leggere

locandina-mostra-azione-cattolica

“Bisogna agire” – La mostra storica

ritratto-mario-faniRitessere il filo della memoria, ritornare ad aprire lo scrigno che conserva un’eredità preziosa che è orgoglio e responsabilità insieme.

Queste le ragioni di fondo che hanno portato la Presidenza Diocesana dell’Azione Cattolica viterbese a cogliere la suggestione della data del 150.mo anniversario della fondazione per progettare “Bisogna agire!”, una mostra di natura storica, che ci riporta all’epoca in cui il giovane Mario Fani, nobile viterbese, appena 21enne ebbe l’idea di una Società della Gioventù Cattolica Italiana. Continua a leggere

IN PREGHIERA CON MARIO E ROSA

con-mario-e-rosa

Per sciogliere il gelo… nei nostri cuori, un invito speciale: metterci in preghiera con Mario Fani e Santa Rosa. Appuntamento LUNEDÌ 5 MARZO alle ORE 21 al Santuario – Monastero Santa Rosa.
Ricorderemo i 150 ANNI DALLA NASCITA DEL “CIRCOLO S. ROSA” approssimandoci a vivere la ricorrenza del transito della nostra patrona.
Un momento per ripercorrere la nostra storia, per rinvigorire le nostre radici, per riassaporare la bellezza di una grazia che scorre fino a noi. E che ha segnato un pezzo importante della vita della nostra città, della nostra Chiesa e dell’esistenza di qualcuno di noi. Quindi, un’occasione per rivederci…
Non mancate!!

20180225_121820

TrasfiguriAmoCi

20180225_103543Davvero un momento di grazia è stato quello vissuto al Monastero delle Benedettine di Vetralla lo scorso 25 febbraio.

Un’occasione per riscoprire la nostra vocazione alla bellezza e alla gioia narrataci dai Vangeli nell’episodio della Trasfigurazione; per capire il nostro bisogno di ascesi, librandoci della zavorra che ci impedisce di sollevarci dalle nostre ferite e dai nostri peccati; per leggere la nostra vita come figli del nostro futuro, quello incontrato nel battesimo: il nostro destino da figli di Dio.

Sono solo alcuni dei temi che ha toccato nella sua appassionante meditazione don Gabriele Bandini, rettore del seminario diocesano di Fiesole e assistente unitario di AC per la regione Toscana.
Impossibile descrivere in poche righe la profondità del suo discorso e l’acutezza delle provocazioni lanciateci.
Per questo alleghiamo a questo link il suo intervento con il più caloroso invito a leggerlo e riassaporarlo!

La giornata è vissuta anche attraverso passaggi liturgici (l’adorazione eucaristica e la messa) e la convivialità della tavola. Insomma, una giornata preziosa per coltivare la ricchezza della nostra vocazione laicale e associativa.

Per chi è più curioso c’è anche la fotogallery della giornata!

Rimanere con Gesù, andare ad annunciarlo, gioire nel Signore (Papa Francesco all'Azione Cattolica Italiana, 3 maggio 2014)